Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata


ARRIVA ANCHE IN ITALIA LA POSSIBILITA' DI VENDERE LA PROPRIA CASA ALL'ASTA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

ARRIVA ANCHE IN ITALIA LA POSSIBILITA' DI VENDERE LA PROPRIA CASA ALL'ASTA

Messaggio  Avv. Cristina Zorzi il Ven Ott 28, 2011 10:17 am

La vendita all’asta della propria casa, sino ad oggi effettuabile solo nel caso di procedura giudiziaria, è possibile.
L’iniziativa, promossa dalla Borsa Immobiliare di Roma (BIR), ha avuto un buon riscontro. Ed è un’opportunità per chi ha bisogno di vendere in tempi brevi la propria casa per liquidità o per altri motivi. Tale procedura garantisce tempi rapidi e costi certi, sicuramente trasparente; tuttavia essa vincola il venditore in modo irrevocabile dal momento in cui conferisce mandato: egli può ritirarsi solo a costo di onerose penali.

Ampiamente diffuso in Gran Bretagna, questo sistema di vendita è particolarmente adatto nelle proprietà indivise, nei divorzi, nelle eredità, nella vendita dei curatori di beni appartenenti a minori e in situazioni dove il bene è di difficile valutazione. Ne viene suggerito l’utilizzo anche nel caso di vendita di nuda proprietà oppure nel caso di locazioni di immobili commerciali.
L’asta garantisce all'acquirente lo stato di diritto dell’immobile; nel momento in cui l’aspirante acquirente si presenta alla BIR, l'incaricato che segue la pratica elabora una stima dell’immobile ed una relazione notarile garantendo in tal modo lo stato dell'immobile sia sotto il profilo ipotecario ma anche da quello urbanistico. Per l'acquirente dunque non ci saranno sorprese, non scoprirà magari una veranda non condonata o un comproprietario nascosto dopo l’aggiudicazione.
Il proprietario, una volta conferito l’incarico, non potrà più recedere, ma potrà legittimamente rifiutare un’offerta inferiore al prezzo di riserva che egli stesso avrà stabilito. Tuttavia, nel caso in cui la vendita non vada a buon fine, dovrà accollarsi le spese di procedura.
I tempi di vendita sono molto rapidi, nel senso che l’asta viene effettuata entro sei settimane dalla conclusione delle procedure preliminari. In queste sei settimane l'incaricato alla vendita farà anche vedere la casa agli aspiranti acquirenti che lo richiedono. In tutta la procedura, non è ammesso alcun tipo di trattativa privata. La procedura è particolarmente adatta nel caso di comproprietà, quando i proprietari diffidino gli uni degli altri.
L’offerta viene presentata in busta chiusa. All’asta vengono ammesse le cinque offerte più alte, e la base d’asta è costituita dalla più alta tra queste. Gli aspiranti compratori devono depositare una cauzione. Il venditore accetta automaticamente qualunque offerta pari o superiore alla somma che aveva indicato come “prezzo di riserva”. Ma può accettarne una inferiore. Inoltre i cinque partecipanti all’asta nel caso di aggiudicazione a un prezzo inferiore vengono invitati ad adeguare la propria offerta al prezzo di riserva.
In caso di aggiudicazione, la compravendita deve essere conclusa nei tempi previsti dal bando, che verrà pubblicizzato dalla BIR attraverso il proprio sito e una serie di giornali.
L’iniziativa è partita da Roma, ma non è rivolta solo al mercato di Roma e del Lazio: è aperta a immobili, venditori e compratori da tutta Italia.
avatar
Avv. Cristina Zorzi
Admin

Messaggi : 156
Data d'iscrizione : 08.04.09

Vedi il profilo dell'utente http://notaiozorzi.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum