Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata


ALLOGGI PEEP: COME OTTENERE L'AUTORIZZAZIONE A RIVENDERE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

ALLOGGI PEEP: COME OTTENERE L'AUTORIZZAZIONE A RIVENDERE

Messaggio  Avv. Cristina Zorzi il Lun Nov 14, 2011 2:51 pm

Gli alloggi costruiti nel Peep (Piano per l'Edilizia Economica Popolare) possono essere venduti secondo le modalità contenute nelle specifiche convenzioni stipulate tra la ditta assegnataria ed il Comune (attenzione: le originarie convenzioni possono essere modificate, ai sensi della L.n.448/98, art.31, c.35 e segg.).
NORME GENERALI
• Il primo acquirente non può rivendere né locare l'alloggio acquistato per un periodo di 5 anni dalla data di acquisto, tranne per giustificati e documentati motivi che vengono valutati dall'amministrazione comunale; in molte convenzioni, in particolare in tutte quelle recenti, è previsto che il Comune possa esercitare il diritto di prelazione.
• L'autorizzazione a rivendere deve essere chiesta anche dopo il decorso dei 5 anni, fino alla cancellazione dei vincoli.
• Il prezzo massimo di vendita dell'alloggio viene determinato dall'ufficio tecnico comunale, secondo le modalità previste dalla specifica convenzione.
• Gli alloggi costruiti in aree Peep possono essere ceduti esclusivamente a soggetti in possesso dei seguenti requisiti:
- avere residenza anagrafica o sede lavorativa nel Comune di Padova o nei comuni limitrofi;
- aver un reddito imponibile del nucleo familiare, quale risulta dall'ultima dichiarazione dei redditi presentata ai sensi del D.P.R. 322/1998, non superiore ad Euro 31.000,00, da calcolare nel seguente modo (ai sensi della L.n.457/78, art.21): gli eventuali redditi da lavoro dipendente o pensione (imponibile ricavato dalla dichiarazione dei redditi) vanno ridotti del 40%. A tale importo devono essere sommati eventuali redditi diversi (lavoro autonomo, fabbricati, terreni, ecc). Dal totale ottenuto si detraggono euro 516,46 per ogni figlio a carico: il risultato finale non deve superare Euro 31.000;
- non possedere alcun altro alloggio, adeguato al nucleo familiare, nel Comune di Padova o zone limitrofe;
- avere cittadinanza italiana o di uno stato dell'Unione europea, oppure cittadinanza di un altro stato purché in possesso dei requisiti previsti dal D.Lgs. 286/1988 e successive modificazioni e integrazioni "Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero" (titolarità di carta di soggiorno o permesso di soggiorno almeno biennale e regolare attività di lavoro subordinato o autonomo).
• In caso di acquisto dell'alloggio da parte dei genitori, al loro reddito devono essere sommati tutti i redditi dei figli conviventi; nessun componente del nucleo deve essere titolare di altro alloggio idoneo.
• In caso di acquisto da parte di un figlio, residente con la famiglia di origine, al suo reddito vanno sommati i soli redditi dei genitori e non quelli dei fratelli; i genitori non devono, inoltre, essere titolari di un alloggio idoneo al nucleo familiare.
• In caso di acquisto congiunto da parte di due fidanzati non vengono considerati i nuclei familiari di origine.
• I richiedenti che intendono costituire un nuovo nucleo familiare (in coppia o singolo) e lo dichiarano con apposita dichiarazione sostitutiva di notorietà, sono considerati non facenti parte del nucleo familiare d'origine.

Per locare il proprio immobile è necessario che il Settore verifiche il possesso dei requisiti soggettivi in capo al conduttore e determini il canone di locazione annuo.
I requisiti soggettivi sono quelli indicati sopra.

In alternativa al rispetto delle condizioni sopraindicate, è possibile vendere l'alloggio Peep a chiunque a prezzo di mercato, con le seguenti modalità:
NUOVE CONVENZIONI E CONVENZIONI MODIFICATE (legge 448/98): dove il corrispettivo per lo svincolo, dovuto fino alla scadenza della convenzione trentennale, viene determinato secondo la formula: [(Valore catastale x 7%) + (Valore catastale x 4,5%) / 30 x anni mancanti alla scadenza della convenzione]

Decorsi i trent'anni dalla convenzione di assegnazione delle aree a imprese e/o cooperative l'alloggio é libero da ogni vincolo senza necessità di pagamento di corrispettivo o di atto notarile.
Documentazione da presentare
La domanda va presentata all'ufficio Peep del Settore Patrimonio Partecipazioni e Lavoro, per posta, oppure consegnata a mano, con allegati:
- copia del contratto di acquisto e copia della documentazione riferita a spese incrementative sostenute per l'immobile di proprietà;
- eventuale documentazione che comprovi le motivazioni che rendono necessaria la vendita (entro i primi 5 anni);
- dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante che nessuna modifica all'immobile di proprietà è stata effettuata dopo l'attribuzione della rendita catastale e che non sono presenti abusi edilizi non condonati dopo l'attribuzione della rendita catastale.
avatar
Avv. Cristina Zorzi
Admin

Messaggi : 156
Data d'iscrizione : 08.04.09

Vedi il profilo dell'utente http://notaiozorzi.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum