Settembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Calendario Calendario

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata


COME CALCOLARE L'IMU

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

COME CALCOLARE L'IMU

Messaggio  Avv. Cristina Zorzi il Dom Dic 18, 2011 11:16 am

L'IMU è l'Imposta MUnicipale sugli immobili che dal 2012 reintroduce e sostituisce l'Imposta Comunale sugli Immobili (ICI) sul patrimonio immobiliare. L'imposta municipale è applicata sulla prima casa e su tutti gli immobili. Per calcolare l'IMU è necessario partire dalla rendita castale dell'immobile, calcolare la base imponibile (valore catastale) e quindi l'imposta IMU al netto delle eventuali detrazioni fiscali.

- Rendita catastale: la rendita catastale è indicata nell'atto con il quale si è venuti in possesso dell'immobile per il quale dobbiamo versare l'imposta. Assieme alla "classificazione" dell'immobile, essa costituisce la base di partenza per il calcolo dell'imposta IMU. Tuttavia è sempre bene accertarsi che il valore della stessa non sia cambiato dall'atto di acquisto al momento del pagamento; a tal proposito il nostro studio esegue gratuitamente per tutti i nostri clienti l'accertamento della rendita catastale.

- Rivalutazione del 5%: la rendita catastale deve essere rivalutata del +5% rispetto al suo valore originario. Si ottiene in tal modo la rendita catastale rivalutata (RC).

- Base imponibile. Sulla base della classificazione dell'immobile (A1, A2, ecc.) deve essere individuato il relativo moltiplicatore (M). Ad esempio per i fabbricati di classe A (salvo A10) il moltiplicatore del 2011 è 160. La rendita catastale rivalutata (RC) deve essere moltiplicata per (M) al fine di ottenere il valore catastale dell'immobile (VC). Il valore catastale è la base imponibile IMU.

- Aliquota IMU. L'aliquota IMU è decisa dal Comune ove è ubicato l'immobile. In generale sono adottate due aliquote, una ordinaria che oscilla intorno al 7,5 - 7,6 per mille e un'aliquota ridotta per le prime abitazioni del 4 per mille. I Comuni hanno facoltà di modificare entrambe le aliquote.

Moltiplicando l'aliquota di imposta per il valore catastale (VC) si ottiene l'imposta IMU al lordo di eventuali detrazioni.

Detrazione prima casa. Per le abitazioni principali può essere applicata una detrazione fiscale di Euro 200,00 dall'imposta IMU. Ad esempio, se l'imposta IMU è pari ad Euro 550,00, al netto della detrazione prima casa l'imposta IMU netta da pagare è pari ad Euro 350,00.

Detrazioni figli. Per ogni figlio domiciliato nell'immobile è prevista una detrazione pari ad Euro 50,00 euro, fino ad una detrazione per figli massima di Euro 400,00.

Per il calcolo IMU fare sempre riferimento alle indicazioni e agli aggiornamento sulla procedura di calcolo del Comune ove è ubicato l'immobile.
avatar
Avv. Cristina Zorzi
Admin

Messaggi : 156
Data d'iscrizione : 08.04.09

Vedi il profilo dell'utente http://notaiozorzi.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum