Settembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Calendario Calendario

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata


IN ARRIVO NUOVE MODALITA' DI RILEVAMENTO DELL'EVASIONE FISCALE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

IN ARRIVO NUOVE MODALITA' DI RILEVAMENTO DELL'EVASIONE FISCALE

Messaggio  Avv. Cristina Zorzi il Sab Ott 29, 2011 10:04 am

La presentazione del nuovo "Redditometro" è ormai una questione di ore. Di certo la nuova versione dello strumento presuntivo del reddito conterrà le vecchie categorie quali gli acquisti di case, terreni, i mutui, i finanziamenti e i canoni di locazione. Ma oltre agli indicatori tradizionali, se ne aggiungono di nuovi per seguire le tracce del lusso, da acquisire anche tramite indagini su altri soggetti.
E' il caso, ad esempio, delle richieste tramite questionari a circoli esclusivi sui nominativi degli iscritti, a scuole private sugli studenti frequentanti o ad agenzie di viaggio sui clienti che hanno acquistato pacchetti viaggio di importo consistente. A questi vanno ulteriormente ad assommarsi i controlli sul territorio, come quelli svolti dal comune sulle attività locali o dalla Guardia di Finanza sulle strade, con la segnalazione dei conducenti di autovetture di grossa cilindrata, o in mare, per le imbarcazioni di lusso.

Sommando tutti questi indicatori, l'accertamento scatta quando il reddito presunto supera del 20% quello dichiarato. Un'altra novità, questa volta a favore del contribuente, è che ora sarà possibile portare in detrazione e deduzione gli oneri sostenuti per legge, come i contributi previdenziali obbligatori, le spese mediche ecc.

Segue lo "Spesometro" ovvero la rilevazione automatica di tutte le spese superiori ai 3.000 euro (al netto di Iva, quindi 3.630 per i consumatori, dopo l'entrata in vigore della nuova aliquota al 21%) che obbliga i negozianti a raccogliere e comunicare all'Agenzia delle Entrate i dati anagrafici e il codice fiscale dei clienti. Entro la fine di quest'anno arriveranno al fisco tutte le comunicazioni riferite al 2010.

Infine il controllo sui conti bancari e sui patrimoni finanziari. Il fisco potrà accedere ai dati bancari autonomamente e preventivamente con lo scopo di creare "liste selettive" di contribuenti in odore di evasione seguendo flussi di denaro anomali, anch'essi potenziali indizi di redditi nascosti. Una rivoluzione strisciante nei rapporti tra fisco e banche: finora l'accesso ai dati era consentito solo per ottenere ulteriori prove nel corso di indagini finanziarie già avviate e non per scovare possibili sospetti.
avatar
Avv. Cristina Zorzi
Admin

Messaggi : 156
Data d'iscrizione : 08.04.09

Vedi il profilo dell'utente http://notaiozorzi.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum